L’ Associazione

s10
stemma Crociati e Trinitari

L’11 aprile 1984, a distanza di ben trent’anni dalla prima rievocazione storica rappresentata a Campobasso, grazie al particolare interessamento dell’avv. Corrado Caluori e del comm. Antonio Di Stefano, venne costituita l’Associazione culturale pro Crociati e Trinitari, allo scopo di organizzare ogni anno la rievocazione storica della Pace tra le due Congreghe.
Successivamente, con la nuova denominazione “Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane”, tale sodalizio tra i più longevi e, forse, tra le più “antichi” del Capoluogo, ha ampliato le proprie finalità includendovi anche le altre rievocazioni storiche cittadine e regionali e diverse iniziative legate alla tradizione ed al folclore, comunque necessarie alla tutela ed alla conservazione del patrimonio culturale molisano.
Come da suo statuto, si propone di assumere iniziative dirette a sostenere, tutelare, migliorare, incentivare le tradizioni storiche, artistiche, culturali, religiose, folcloristiche e popolari del Capoluogo regionale e dell’intero territorio molisano.
Inoltre, costituisce anche un luogo ed un’opportunità di aggregazione sociale sia per i soci che per i figuranti occasionali nelle attività associative e delle loro famiglie, grazie anche ad una accogliente sede, moderna e funzionale, ristrutturata in economia dall’Associazione stessa grazie al contributo economico e materiale di alcuni soci volontari.

Crociati_e_trinitari_gruppo3

Ovviamente l’Associazione partecipa e realizza con successo, e con apprezzamento agli occhi di tutti, anche altre iniziative di carattere culturale che hanno attinenza con la storia delle radici del proprio popolo in ambito regionale, interregionale e nazionale, amplificati dalla risonanza mediatica a livello locale e nazionale, tra le quali:
– gemellaggi con altri gruppi storici sia italiani che esteri;
– partecipazioni a progetti promossi dalla Comunità Europea di carattere storico-culturale e turistico;
– realizzazione di spettacoli teatrali, cortometraggi e lungometraggi sulle vicende e sugli accadimenti storici e non accaduti in Molise;
– coinvolgimento e divulgazione di iniziative di carattere culturale, storico e didattico tra le giovani generazioni con particolari programmi ed interventi formativi rivolti agli studenti, già dalla scuola primaria;
– partecipazioni a Fiere e Festival nazionali ed internazionali per scambi culturali e di valorizzazione territoriale e turistica.
– iniziative di diffusione della cultura popolare, folclorica e delle tradizioni locali.

Crociati_e_trinitari_roma_2

Tuttavia, sulla scorta di ripetuti successi, che non hanno fatto altro che alimentare negli organizzatori e nei soci tutti l’entusiasmo di “raccontare” le alterne vicende delle Confraternite, negli anni l’Associazione ha partecipato ad eventi, cortei e manifestazioni di interesse storico-culturale su tutto il territorio regionale e nazionale. Tra i più significativi vi è di certo quello del 1999, quando numerosi figuranti si recarono a Roma per l’annuncio dei Misteri al Santo Padre Giovanni Paolo II, precedendo la sfilata degli “Ingegni” settecenteschi di Paolo Saverio Di Zinno, portando il proprio importante corteo storico, oltre che in Piazza San Pietro, anche per le vie e nei luoghi più rilevanti del cuore della città Capitale.
Inoltre, dopo il successo riscosso con l’organizzazione di un’importante evento di carattere storico culturale, durato oltre un mese, denominato “Crociati e Trinitari: Mysterium Pacis. Leggenda di un amore, Storia di una Città”, ricompreso nel Progetto europeo AdriaMuse, in collaborazione con diversi partner Istituzionali ed europei, l’Arcidiocesi di Campobasso-Bojano, in concomitanza del Giubileo Straordinario della Misericordia, ha scelto, come immagine simbolo delle celebrazioni previste durante tutto l’Anno Giubilare, la preziosa tela del 1592 di Giovanni Maria Felice raffigurante “La Pace tra i Crociati e Trinitari”, e quindi ha richiesto la costante e continuativa collaborazione dell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane per la miglior riuscita degli appuntamenti e degli eventi previsti per l’intero Giubileo.
In particolare l’Associazione, nel mettere a disposizione l’unicità e l’esclusività di conoscenze, di risorse umane e figuranti, di patrimonio materiale ed immateriale posseduti, è stata riconosciuta dalla Curia quale vera e propria “custode” nel tempo di una storia importante per la Città, e per l’intera comunità molisana, anche attraverso un arricchimento e rafforzamento del linguaggio simbolico della storica Pace campobassana quale segno di Misericordia dei popoli.
Identico apprezzamento è stato anche manifestato dall’Ente Europae Fami.li.a presso la Santa Sede che, riconoscendo la valenza ed il significato del corteo storico rinascimentale campobassano, nel 2018, ha inteso invitare proprio l’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane a rappresentare la Città di Campobasso ed la Regione Molise all’Angelus dell’Epifania di Papa Francesco in occasione dell’importante manifestazione “Vivi la Befana”, tradizionale evento pensato per riaffermare e tramandare i valori dell’Epifania. L’Associazione, forte della sapiente scelta anche del Comune di Campobasso e della Regione Molise di affidare la rappresentanza ed i valori culturali del Capoluogo e del territorio regionale al proprio corteo storico, scortata in maniera impeccabile dai volontari della CONGEAV, si è recata nel cuore di Roma e in Piazza San Pietro con un sontuoso e poderoso corteo di oltre un centinaio di figuranti, riscuotendo un incredibile successo tra le migliaia di persone assiepate ai lati delle strade con positivi riscontri sia sulla stampa nazionale che internazionale.

Crociati_e_trinitari_sulmona

Negli ultimi anni, quindi, grazie all’impegno ed all’inesauribile entusiasmo, del Consiglio Direttivo e di tutti i soci, l’Associazione continua a riproporre il suggestivo evento storico della Pace delle Confraternite dei Crociati e dei Trinitari, ampliato e sempre più ricco e coinvolgente, con il sostegno delle Istituzioni e di tutto il popolo campobassano attuando iniziative di diffusione e conoscenza partendo da interventi nelle scuole di ogni grado ed ordine sino ad iniziative di carattere sociale e culturale di importante rilievo per l’intera città. Tali iniziative, divulgate anche attraverso ogni nuovo canale di comunicazione quali web, media e social network forniscono sempre l’opportunità di conoscere una incredibile pagina di storia del XVI secolo assolutamente emozionante, suggestiva ed altamente significativa.
Nel 2016, con una Deliberazione unanime del Consiglio Comunale l’Amministrazione comunale di Campobasso ha inteso istituzionalizzare l’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane ed il suo longevo operare con impegno indiscusso per oltre un trentennio, quale vera e propria “custode” di una delle pagine di storia tra le più significative della Città capoluogo del Molise con influenza sull’intero territorio regionale molisano.
L’Associazione è inoltre regolarmente iscritta nell’apposito Registro delle Associazioni culturali, operanti nella Regione Molise, ai sensi della Legge regionale n. 5/2000.

Atto costitutivo CeT-1
L’atto costitutivo dell’ Associazione
L’organizzazione dell’Associazione

L’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane è composta nella sua totalità da volontari, è senza scopo di lucro e non ha dipendenti. Solo in talune occasioni, ove necessario, si avvale della collaborazione di figure professionali (ad esempio attori, performer, musici, service et similia).
L’Associazione è gestita da un Consiglio Direttivo che attraverso il suo amministrare persegue, con dedita passione, gli obiettivi e le finalità statutarie. Operativamente, il Direttivo si avvale di una efficiente struttura organizzativa piramidale ben organizzata composta da diversi settori di competenza, ognuno con specifiche funzioni, ove operano con professionalità soci volontari che completano l’intera “macchina organizzativa” che gestisce risorse umane, risorse materiali e strumentali. Infine, per la vita associativa e per la realizzazione delle iniziative l’Associazione ci si avvale della collaborazione di figuranti reclutati tramite specifici “casting” prima dell’avvio delle singole manifestazioni o iniziative.

Le persone

Consiglio Direttivo
Giuseppe Santoro
Donato D’Alessandro
Franco Pagliani
Maria Pia Minichetti
Ilaria D’Alessandro

Giuseppe Santoro
Presidente

Nasce a Campobasso nel 1978 da famiglia probabilmente trinitaria che, sin dagli inizi del 1600, vive nella città capoluogo. Da sempre perdutamente innamorato della propria città e del Molise, è cultore delle sue origini ed appassionato di storia e tradizioni locali, fotografia, design, arte e turismo, peraltro collezionando “pezzi” materiali ed immateriali di storia e cultura.
Già prima degli studi in architettura presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti, durante i quali vengono pubblicati due suoi studi progettuali per la valorizzazione e la promozione di beni agricoli ed artigianali del territorio locale, sin da giovanissimo, si dedica alla vita artistica muovendo i primi passi come attore-comparsa in diverse rappresentazioni teatrali di tipo scolastico e giovanile oltre che ad affrontare brevi studi musicali. La sua vera formazione nel campo della recitazione avviene, però, nel 2002 quando, seguendo i preziosi insegnamenti del noto autore e regista campobassano Tonino Armagno, entra a far parte della suo Gruppo Filodrammatico “Olga Farina” andando in scena con diverse commedie dialettali di successo. Negli anni successivi partecipa, inoltre, a diverse avventure artistiche anche con la Compagnia “Quelli che… il teatro” diretta dall’attore e regista C. Weidmann.
Nel 2007 fonda, insieme ad altri amici appassionati di cultura e tradizioni locali, l’Associazione Città Viva Campobasso ove ne coordina le attività in diversi eventi di successo come le numerose edizioni de “Il Presepe Vivente a Campobasso” ed il “Sacro Monte”, dei quali, negli ultimi anni, ne ha anche assunto la direzione artistica. Con detto gruppo associativo, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “L. Perosi” di Campobasso, nel 2009 partecipa, nella figura di assistente di scena, alla tournée del festival lirico-sinfonico “Il Molise all’Opera” con l’opera lirica “Cavalleria Rusticana”. Nel 2015, dopo oltre otto anni dalla fondazione, lascia detto sodalizio per dedicarsi pienamente alle attività culturali vocate alla storia ed alle tradizioni locali oltre che alle attività di volontariato in tutte le sue declinazioni.
Nel corso degli anni, grazie alla sua formazione, è stato componente di varie giurie quali Festival della canzone italiana di Sanremo (1996), Castellana del Borgo (1999), Concorso di bellezza Miss Italia (2011), concorsi fotografici e pittorici.
Nel 2017, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, su specifica segnalazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, riconoscendo i suoi alti valori umani e di cultura del volontariato, gli conferisce l’alta onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
E’ dal 1996 nell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane, dapprima come figurante ed aiuto scenografo e poi come coordinatore operativo ed aiuto alla regia. Dal 2002 diventa componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione avendone la vicepresidenza per diversi anni per poi, nel 2017, assumerne la presidenza.
Attualmente riveste il ruolo di Capocittà Trinitario nella Rievocazione storica della “Pace”.

Donato D’Alessandro
Vicepresidente

Nasce a Gambatesa (CB) nel 1952.
E’ appassionato di storia, fotografia, cinema ed arte in genere, peraltro collezionando cimeli ed attrezzature fotografiche e cinematografiche.
Diplomato all’Accademia di Belle Arti de L’Aquila in scenografia, ha frequentato diversi corsi di fotografia cinematografica e montaggio acquisendo un’esperienza ormai più che quarantennale nel campo artistico.
Funzionario delle tecnologie e coordinatore dell’ufficio fotografico e video del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Soprintendenza per i beni Architettonici e Paesaggistici del Molise è da anni, grazie alla sua esperienza, anche documentarista della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Molise. Svolge quindi la sua attività documentando, da appassionato e professionista, le tradizioni molisane sia a livello fotografico che video per il settore etnoantropologico.
Nel corso della sua lunga carriera professionale, oltre a diversi successi, nel 2010 ha ricevuto una menzione speciale per la fotografia al Premio Internazionale Scanno per la pubblicazione del volume “Conoscenze” edito dal Ministero dei Beni e le Attività culturali, per ciò che riguarda le tradizioni popolari molisane.
Proprio in tale attività e per detti lavori di catalogazione, a seguito di diverse pubblicazioni e studi effettuati, ha ricevuto numerosi riconoscimenti ed elogi dal citato Ministero e dalle strutture periferiche di appartenenza.
Sin dall’anno 2007, grazie alla sua formazione artistica e professionale cura la parte organizzativa per il comitato promotore dei vari eventi di solidarietà nell’ambito della manifestazione Telethon.
E’ dal 1984 (anno di fondazione) nell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane, come scenografo e poi anche, per alcuni anni, regista della rievocazione storica; successivamente, dal 1999, ne assume lungamente la presidenza fino al 2017, quando viene eletto Vicepresidente

Franco Pagliani
Consigliere e Coordinatore operativo

Biografia n.d.
Attualmente riveste il ruolo di Dignitario Trinitario nella Rievocazione storica della “Pace”.

Ilaria D’Alessandro
Consigliere e Segretario

Nasce a Campobasso nel 1977.
Fin da bambina, dall’età di cinque anni, e per ben tredici anni, studia danza classica presso una nota scuola di danza di Campobasso, appassionandosi al mondo della danza e dell’arte in generale.
Negli anni ha amore per la cultura e l’arte, valori e passioni trasmessi anche dalla propria famiglia, in particolare dal padre Donato, per lungo periodo Presidente dell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane.
Conclusi gli studi classici, si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza di Campobasso laureandosi con successo in tempi rapidi.
Dopo la laurea intraprende la strada dell’avvocatura presso un noto studio giuslavoristico di Campobasso, divenendo così avvocato all’età di 27 anni.
Oggi esercita la professione di avvocato del lavoro presso il proprio studio sito in Campobasso.
La passione per la danza l’ha portata a riprendere, nel 2011, lo studio della stessa con aggiornamenti in repertorio classico e danze rinascimentali con insegnanti dell’Accademia di danza di Roma, ove entrando in contatto con insegnati di notoria esperienza e levatura ha arricchito le sue già ben approfondite conoscenze artistiche.
E’ dal 1997 nell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane, come figurante e coreografa della stessa, curando in più manifestazioni le danze cinquecentesche. Successivamente, dal 2017, diventa componente del Consiglio Direttivo venendo eletta Consigliere e Segretario.
Nel contempo, nel 2016, diventa mamma di una bimba, Lucrezia, ormai mascotte dell’Associazione e, di certo, futura figurante.
Attualmente riveste il ruolo di Dama Trinitaria nella Rievocazione storica della “Pace”.

Maria Pia Minichetti
Consigliere

Nasce a Campobasso nel 1959 da una famiglia che, da tempi antichi, è stata parte attiva nella vita della città, per discendenza crociata e per attività sia culturali che lavorative.
Difatti, il bisnonno don Ciccio Minichetti, scultore-orafo, ha rimaneggiato negli anni, non senza critiche, diverse statue sacre appartenenti alla tradizione campobassana ed i nonni hanno da sempre prodotto pastori in creta e smalto che sono entrati in prestigiose collezioni su tutto il territorio nazionale.
E’ figlia di un noto artista ed artigiano campobassano, il Cav. Franco Minichetti, che ha lavorato anche come costumista presso gli studi cinematografici di Cinecittà in Roma, e che soprattutto ha preso parte, sia come collaboratore che come figurante, alla prima rievocazione storica della Pace tra i Crociati e Trinitari svoltasi nel 1954 ed in quelle successive degli anni 1955 e 1957.
Da tale tradizione e cultura familiare si può evincere il suo amore e la dedizione per ricerche personali su storie tradizioni e miti della sua città e terra d’origine. Sin dall’infanzia ha, quindi, respirato arte e storia apprendendo la manualità di un artigianato antico e grazie a questo, ha poi effettuato interessanti ed apprezzate ricerche sulla storia del costume, nello specifico quelle riguardanti il periodo del XVI e XVII secolo, carpendone simboli e significati dei modelli, che ha poi riprodotto in una serie esclusiva di abiti, di cui ne fa collezione.
Il suo lavoro, proveniente sempre dalla famiglia, la porta ad essere oggi titolare, nel cuore storico di Campobasso, di una bottega artigiana in cui si occupa di arti tipografiche e di stampa a caratteri mobili. Inoltre, dopo aver continuato a frequentare diversi corsi di specializzazione, è anche divenuta esperta di calligrafia, miniatura medievale e legatura copta presso il Museo Diocesano di Padova.
Grazie alla sua formazione artistica, storica e professionale, approfondisce quotidianamente i temi e l’affascinante mondo delle tradizioni, attività che “viaggiando nel tempo” la portano ad essere una esperta conoscitrice di usi, galateo e manufatti d’un tempo, tutt’oggi ricercati.
E’ dal 1998 nell’Associazione pro Crociati e Trinitari per le Rievocazioni Storiche Molisane, dapprima come figurante e poi come costumista. Dal 2002 diventa componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione e, successivamente, dal 2011 viene eletta Consigliere.
Attualmente riveste il ruolo di Matrona Crociata nella Rievocazione storica della “Pace”.

Staff organizzativo

Organigramma

s11